• Travels around the world by Luca Buffoni
Diaries

Sundet Gård – Nidarosdomen

24 agosto 2022

Anche questa mattina la colazione che ci è stata preparata a Sundet Gård era eccezionale: uova sode, formaggi di tutti i tipi, affettati, marmellate fatte in casa, verdura, salse…

Ultima tappa del Pilegrimsleden! Pensavamo in una camminata semplice e veloce, invece abbiamo anche oggi continuato a salire e scendere per le colline quasi fino alla meta. Pur essendo ormai a pochi chilometri dalla cittá, per i primi 10 km siamo rimasti fuori dal mondo. Abbiamo gustato per l’ultima volta i sentieri nelle foreste e le strade sterrate che portavano da una fattoria all’altra. Poi abbiamo iniziato a incontrare gente: chi portava a spasso il cane, chi faceva jogging, i bambini e i ragazzi delle scuole che facevano attività all’aperto…

Dall’alto abbiamo visto per la prima volta la città. Non si vedeva ancora la cattedrale ma ci ha riempito il cuore di gioia vedere la meta del nostro pellegrinaggio. Siamo scesi da una ripida discesa verso il centro, abbiamo fatto una sosta allo Sverresborg kirkesenter, siamo passati accanto alla chiesa di Ilen e all’improvviso ci siamo trovati davanti alla facciata della Nidarosdomen: la chiesa di sant’Olav.

Dopo le foto e i selfie di rito siamo entrati. Non ricordavo la bellezza e la maestosità dell’interno della cattedrale. Sono rimasto a bocca aperta. Ci hanno spiegato che la tomba di sant’Olav non è mai stata trovata ma che si pensa sia realmente da qualche parte sotto il pavimento. Abbiamo raggiunto l’abside, dove c’è l’altare dedicato a sant’Olav con un paliotto in legno che ritrae il santo e gli ultimi momenti della sua vita. Qui abbiamo pregato e ringraziato il Signore.

Una volta usciti ci siamo recati al Nidaros Pilegrimsgård, dove siamo stati accolti, abbiamo ricevuto l’attestato del compimento del nostro pellegrinaggio e abbiamo rivisto e salutato amici pellegrini arrivati prima di noi.

Alle 18.00 siamo ritornati in cattedrale per la suggestiva preghiera del pellegrino e poi abbiamo festeggiato con una lauta cena in un ristorante di Trondheim.

Questo pellegrinaggio finisce ma la voglia di camminare no. Sono tante nella mia testa le idee per i prossimi cammini che mi porteranno chissà dove, forse di nuovo qui al nord sulle altre vie di sant’Olav.

Facebook Comments
Previous ArticleNext Article