• Viaggi intorno al mondo di Luca Buffoni
Diari

Priverno – Terracina (26 km)

27 ottobre 2021

Uscito dalla “Domus Victoria”, dove ho dormito, ho svoltato a destra, seguendo le indicazioni che mi sono state date. Non c’erano i segni della Francigena ma con un po’ di senso dell’orientamento sono riuscito a scendere nel bosco fino a incrociare la strada che porta all’Abbazia di Fossanova.

L’abbazia meritava davvero una visita: grande e austera invita alla preghiera. Qui è morto nel 1274 san Tommaso d’Aquino.

Con l’arrivo all’Abbazia di Fossanova avevo raggiunto l’Agro Pontino: da quel momento la strada era tutta in piano. Ho costeggiato diversi canali. Al mio passaggio le nutrie si buttavano in acqua e gli aironi spiccavano il volo. Sulla sinistra incombevano i monti Ausoni, sulla destra si vedevano a perdita d’occhio i campi coltivati.

Ormai a Terracina, prima di raggiungere la città, ho imboccato la via Appia Antica. Che bello ritrovare resti dell’antico basolato romano e ruderi di edifici romani! È su questa strada che ho cominciato a sentire un fastidioso dolore alla gamba sinistra. Sembra una tendinite. Spero non mi crei problemi nei prossimi giorni.

Giunto a destinazione, dopo la doccia rigenerante, ho passeggiato un po’ per il centro storico e poi sono sceso in spiaggia. È sempre emozionante raggiungere il mare a piedi e guardare l’orizzonte che sembra infinito. L’arrivo a Terracina segna l’inizio degli ultimi giorni di vacanza: volevo raggiungere Roma e poi il mare. Eccomi qui, in questo pomeriggio di fine ottobre, a ricordare tutto il cammino fatto da Buonconvento e a pensare al ritorno a casa.

Facebook Comments
Articolo precedenteArticolo successivo