• Viaggi intorno al mondo di Luca Buffoni
Diari

Montefiascone – Viterbo (18 km)

17 ottobre 2021

La tappa di oggi è stata davvero semplice.

Dall’alto di Montefiascone, con la splendida vista sul lago di Bolsena, siamo scesi fino a Viterbo. Il sole che faceva capolino dalle nuvole e tra gli alberi ha accompagnato il nostro cammino scaldando i nostri passi e il nostro cuore. L’asfalto si è trasformato in sentiero sterrato e il sentiero è diventato una strada romana di basolato: l’antica strada che ha visto per secoli il passaggio di pellegrini e viandanti.

Nei campi, in prossimità delle Terme del Bagnaccio, ci siamo imbattuti in cacciatori, ciclisti, escursionisti e corridori di ogni genere. Era domenica mattina e si vedeva! Quante persone abbiamo incrociato!

Arrivati a Viterbo abbiamo attraversato la città vecchia per raggiungere la “Casa di Ale”, lontana dal centro. Abbiamo ricevuto un’ottima e calorosa accoglienza. Alessandra ci ha raccontato Viterbo con passione, ci ha detto cosa visitare e come farlo. Prima di dedicarci alla città, però, siamo andati in una lavanderia self service per fare il bucato.

Quando siamo rientrati nel centro storico per vedere qualcosa, pur avendo tra le mani la mappa, ci siamo persi. Non sapevamo come orientarci tra le stradine che sembravano un labirinto. A fatica, e un po’ delusi dal poco che avevamo visto, abbiamo raggiunto il quartiere medievale. Per prima cosa siamo andati nel negozio “Cinzia Chiulli Percorsi Artistici” per partecipare con le nostre firme al progetto “il tuo passo è già storia”. Mentre firmavamo, Cinzia ci ha mostrato il suo studio sui tarocchi e sul loro abbinamento a personaggi che hanno fatto la storia di Viterbo. Il tarocco “Le stelle” era abbinato al pellegrino della via Francigena.

Il pellegrino della via Francigena, in mezzo a uomini e donne confusi, sa da dove viene e dove va, persegue con determinazione la sua meta. Con il suo passaggio è come una stella, come quella donna nella carta che dona acqua e vita nuova al mondo.

Giunti in centro ci siamo accorti che si stava svolgendo la festa “CioccoTuscia 2021”. Il colle del Duomo era gremito di gente. Siamo rimasti a godere dello spettacolo di sbandieratori e musici e poi, con calma, siamo rientrati a casa.

Domani ci aspetta una tappa impegnativa: 32 km. Forse oggi abbiamo esagerato girando in lungo e il largo Viterbo, aggiungendo, a quelli della tappa, altri chilometri nelle nostre gambe.

Facebook Comments
Articolo precedenteArticolo successivo