• Viaggi intorno al mondo di Luca Buffoni
Diari

Aulla – Avenza

12 luglio 2020

Alle 4.30 i ragazzi della stanza vicina hanno iniziato a preparare lo zaino e alle 5.00 sono partiti. A quel punto ero sveglio. Alle 5.45 uscivo dall’ostello pronto per una nuova giornata di cammino. Il sole non era ancora sorto dai monti attorno ad Aulla e faceva freschino.

La prima metà della tappa, fino a Sarzana, era su sentieri di montagna prima in salita fino Bibola, poi in discesa fino a Vecchietto, poi ancora in salita fino a “Quattro strade”, il confine tra Toscana e Liguria e ancora in discesa fino a Ponzano Superiore e più giù. Seguendo questo continuo saliscendi mi è capitato di vedere dall’alto il mare, di graffiarmi gambe e braccia a causa della vegetazione che invadeva i sentieri e anche di sbagliare strada.

Alle 10.30, dopo essere sceso dal Castello della Brina, ho costeggiato il canale fino al centro di Sarzana. Lí ero atteso da mio papà e da mia sorella Chiara. Sarà lei la mia compagna di cammino per tutta la settimana.

Siamo ripartiti per la seconda metà della tappa, questa volta in piano, quasi completamente su asfalto ed esposti al sole del primo pomeriggio. Degne di nota, lungo il percorso, le rovine dell’antica città di Luni della quale non rimane quasi più nulla.

Siamo arrivati ad Avenza che erano quasi le 16.00. Questa notte dormiremo in una camera in un appartamento che condividiamo con i proprietari e con altri turisti.

 

Facebook Comments
Articolo precedenteArticolo successivo