• Viaggi intorno al mondo di Luca Buffoni
Diari

Abbadia Isola – Siena

21 luglio 2020

Quanto è bella la Toscana al mattino presto! Alle 5.30 i colori dell’alba erano mozzafiato: il sole colorava il cielo di rosa e di arancione facendo risaltare sullo sfondo le colline e il castello di Monteriggioni. Dai campi, col colore tipico della terra di Siena, saliva la nebbia.

Nei boschi prima di Monteriggioni hanno attraversato il mio cammino una volpe e tre cinghiali. All’interno delle mura di Monteriggioni la città dormiva ancora: non c’era nessuno per strada. Ho proseguito, affamato, fino al punto sosta “La Villa” dove Marcello ha preparato la colazione a me, ai due pellegrini fiorentini, ad Ilaria, alle due bergamasche e a un altro gruppetto. Dopo 10 km… il paradiso dell’accoglienza e della condivisione! Sono ripartito facendo la deviazione per il Poggio proposta da Marcello, poi la via Francigena ha seguito la strada asfaltata prima di rientrare nel bosco.

Ormai a Siena mi sono dovuto fermare in una frazione per riposarmi e poi sono entrato in città.

Siamo arrivati tutti insieme: i fiorentini, le bergamasche, Ilaria ed io. Ho percorso lentamente la via principale fino a Piazza del Campo, lasciandomi incantare dalle chiese e dai palazzi e lasciandomi trasportare dal flusso dei turisti. Mi sono fermato ad ammirare Piazza del Campo, poi il Duomo… e ho ripreso il cammino per raggiungere il Camping, a 3 km di distanza dal centro storico.

Ho un letto in una tenda caldissima. Dopo essermi lavato e aver fatto il bucato ho passato il pomeriggio sdraiato sul lettino sotto l’ombrellone in piscina. Alle 17.00, con l’autobus, sono tornato in città e sono rimasto seduto in Piazza del Campo ad ammirarne la bellezza.

Rientrato in campeggio ho cenato e sono pronto per andare a letto in attesa dell’ultima tappa di domani.

 

Facebook Comments
Articolo precedenteArticolo successivo