• Viaggi intorno al mondo di Luca Buffoni
Itinerari

I migliori itinerari a piedi in Israele

Quando si parla di un pellegrinaggio in Terra Santa vengono in mente viaggi organizzati con gruppi più o meno numerosi, che si spostano in pullman da un luogo all’altro.
Un pellegrinaggio a piedi in Terra Santa sembra invece una trovata originale, se non addirittura pericolosa.
In realtà la terra di Israele, ma anche quella dei Territori Palestinesi, è attraversata da una fittissima rete di sentieri che, soprattutto negli ultimi anni, sono raccolti in itinerari a lunga percorrenza, promossi dal ministero del turismo e percorribili in totale sicurezza anche da escursionisti indipendenti.
Ecco i principali.

Israel National Trail (Shvil Israel).
È il sentiero di Israele per eccellenza, che in 1050 chilometri attraversa l’intero stato da nord (Dan) a sud (Eliat). Incontra tutti i diversi paesaggi israeliani a partire dalle montagne e colline della Galilea con il lago di Tiberiade, la costa sul mar Mediterraneo, Gerusalemme, il deserto del Negev, fino al mar Rosso. É stato inserito dal National Geographic tra i 20 migliori percorsi di trekking al mondo. È completamente segnato in arancione-blu-bianco.
Come il cammino di Santiago, anche questo è un percorso vivo, che muta rapidamente con il tempo, soprattutto per quanto riguarda le ospitalità (esiste una rete di Trail Angels) e i rifornimenti nel destro. La guida di Jacob Saar, in continuo aggiornamento anche con materiale online, è il miglior modo per pianificare il viaggio sull’INT.
J. Saar e Y. Henkin, Hike the Land of Israel. Israel National Trail. 2016.

Golan Trail.
Un’escursione che si snoda sulle alture del Golan, in quella regione occupata da Israele a seguito della Guerra dei Sei Giorni (1967) ma rivendicata dalla Siria. Il punto di partenza é il Monte Hermon per raggiungere, dopo 125 chilometri e 15 tappe, il lago di Galilea. È segnato in verde-blu-bianco.
J. Saar e Y. Henkin, Jesus Trail and Jerusalem – The Golan Trail. 2019.

In Galilea ci sono due percorsi che più o meno si sovrappongono tentando di seguire il cammino di Gesù da Nazareth al lago di Galilea. Il primo è il Jesus Trail: 65 chilometri che toccano Nazareth, Cana, kibbutz Lavi, Nebi Shu’eib, i corni di Harin, il Monte Arbel, Magdala, Tabgha, il Monte delle Beatitudini. Il Gospel Trail inizia dal Monte del Precipizio, a Nazareth piega a sud verso il Monte Tabor e, ricongiungendosi con il Jesus Trail si conclude a Cafarnao.
J. Saar e Y. Henkin, Jesus Trail and Jerusalem – The Golan Trail. 2019.
A. Dintaman e D. Landis, Walking the Jesus Trail. Nazareth to the Sea of Galilee. 2017.
Brochures sul Gospel Trail.

Shvl Sovev Kinneret, ovvero il giro del lago di Galilea in quattro tappe. Si inizia a Tiberiade, proseguendo in senso orario attorno al lago fino a Tabgha (15 km), poi fino al parco acquatico Luna Gal (15 km), fino al Kibbutz HaOn (15 km), per concludere di nuovo a Tiberiade (15 km).

Nativity Trail.
160 chilometri che ripercorrono il cammino fatto da Maria e Giuseppe da Nazareth a Betlemme, dove Gesù è nato. Attraversando territori sia israeliani che palestinesi, è il sentiero che offre una più grande varietà di incontri interessanti: francescani della Custodia di Terra santa, imam delle moschee dei villaggi, monaci ortodossi, beduini…

Particolare attenzione merita la creazione del Sanhedrin Trail, il recente e innovativo percorso in Israele, pensato in occasione dei 70 anni dello stato ebraico. Con l’aiuto della realtà aumentata, gli escursionisti possono camminare da Beit She’arim a Tiberiade, per 70 chilometri, immersi nell’epoca dei grandi maestri del secondo tempio. Inaugurato nel maggio 2018, per ora solo per chi parla ebraico (www.shvila.co.il).

PUBBLICAZIONI IN ITALIANO

Segnalo tre pubblicazioni italiane che possono aiutare il pellegrino in Terra Santa a scegliere con più facilità la propria strada in Israele.

P. Giulietti. A piedi a Gerusalemme. 2012.
Con la tradizione e la competenza che contraddistingue la Confraternita di san Jacopo, l’autore ci invita a raggiungere Gerusalemme seguendo i due itinerari degli antichi pellegrini: la Via di Acri (11 giorni partendo dalla città di Akko) e la via di Giaffa (4 giorni partendo da Old Jaffa).

S. Rotasperti. Da Nazaret a Cafarnao. Trekking biblico in Galilea. 2014.
Propone un itinerario di 11 giorni ripercorrendo il Jesus Trail, continuando il pellegrinaggio a Gerusalemme e a Beltlemme. La guida con i dettagli tecnici è corredata da proposte di preghiera e meditazione a partire dai luoghi visitati.

S. Mezzenzana. Il Sentiero del Discepolo. 2018.
L’intento è quello di seguire Gesù che, dopo la trasfigurazione sul Monte Tabor, si dirige decisamente verso Gerusalemme. Nella guida sono descritte le 11 tappe per un totale di 220 chilometri. È ricco il materiale per vivere un vero e proprio itinerario spirituale.

Facebook Comments
Articolo precedenteArticolo successivo